Attento ai video riprodotti automaticamente su smartphone da Facebook, consumano i dati ecco come disabilitarli!

L’introduzione della riproduzione automatica dei video in Facebook consuma sensibilmente il traffico dei dati disponibili quando si utilizzano le applicazioni mobile per accedere al social network.

Ecco come disabilitare questa novità.

Principalmente introdotta come una novità esclusiva per un gruppo ben ristretto di beta tester, il rollout della riproduzione automatica dei video su Facebook è ormai iniziato, sia per la versione desktop che per la versione mobile: ogni video caricato direttamente nel social network si riprodurrà in automatico, ma l’audio rimarrà disattivato finché l’utente non deciderà di ascoltarlo.

Se non si vogliono vedere le immagini, basterà scorrere le notizie per farlo scomparire.
Nonostante si tratti di una novità poco invasiva, grazie all’assenza dell’audio, non si può dire la stessa cosa in termini di dati utilizzati, soprattutto se si accede al social network tramite un dispositivo mobile, dove il consistente peso dei video influenza negativamente sul traffico disponibile.
Allora come fare a disattivare la riproduzione automatica?
Disattivare la riproduzione automatica dei video su Facebook ed evitare un consumo eccessivo di dati in download, è molto semplice: sarà necessario andare nelle impostazioni dell’applicazione del social network, cliccare successivamente in Impostazioni  e poi deselezionare la voce relativa alla riproduzione automatica dei video.
Federica Macrì

Federica Macrì

Sono un Consulente web Marketing.
Sono un esperta in Strategie di Marketing Digitale, e grazie alla loro conoscenza mi occupo di aiutare i miei clienti a rendersi più visibile sul web ed a trovare così a loro volta più clienti.
Sono Responsabile Social Media per diverse realtà aziendali.
Negli ultimi anni ho unito la mia competenza nel settore della formazione a quella del web, occupandomi di Strategie Digitali per emergere nel mondo del lavoro.
Federica Macrì
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *