Digitale nella Pubblica Amministrazione

Digitale nella Pubblica Amministrazione : i cambiamenti

Il Digitale nella Pubblica Amministrazione si semplifica finalmente . Il cambiamento digitale è oramai prossimo alla svolta nella P.A.

Digitale nella Pubblica Amministrazione

L’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID) ha, infatti da poco pubblicato sul proprio sito web istituzionale e sul sito Design Italia, la bozza delle linee guida di design dei siti web delle pubbliche amministrazioni. L’intento è di far arrivare al cittadino la grande novità di cui disporrà a breve, vale a dire la nascita di una SPID cioè un identità unica digitale. Ma andiamo per ordine e spieghiamo in cosa consiste il cambiamento, perchè si tratta di una vera trasformazione del Digitale nella Pubblica Amministrazione.

Il Digitale nella Pubblica Amministrazione: in cosa consiste questo cambiamento ?

Con questo cambiamento spinto verso lo svecchiamento delle pubbliche amministrazioni, si vuole promuovere un percorso condiviso e partecipato per renderle più moderne e per facilitare l’accesso ai servizi da parte di cittadini e imprese.

Le amministrazioni pubbliche, a parte qualche pregevole eccezione, trascurano, infatti, nella progettazione e nello sviluppo dei siti web istituzionali i profili dell’accesso e della fruibilità dei servizi da parte dei cittadini e delle imprese: un sito web deve, infatti, garantire le migliori condizioni di utilizzo e il più ampio accesso possibile ai suoi servizi, indipendentemente dalla cultura, dall’età e dalle competenze informatiche.

Rendendo più facili e quindi più accessibili i servizi al cittadino da parte dell’amministrazione si riuscirà nell’intento di avvicinare il cittadino alle istituzioni, cosa che più delle volte non avviene essendo due mondi distanti e ben distinti l’uno dall’altro e soprattutto senza alcun tipo di contatto. 

foto_2

La SPID (identità unica digitale), in cosa consiste?

Vengo al dunque e ti faccio un esempio, ti trovi ad avere l’esigenza di cambiare residenza, ok? Vai allora nel sito del tuo Comune e inserendo le tue credenziali , cioè con la tua identità digitale SPID  che ti verrà rilasciata dal tuo Comune, potrai usufruire dei servizi legati non solo al tuo cambio di residenza, ma ad una serie molteplice di servizi di anagrafe, che il Comune solitamente ti ha sempre fornito solo facendo in modo che tu ti recassi nel luogo fisico.

Guarda questo video che ti chiarirà in maniera immediata ciò che ti ho scritto.

Tutte le amministrazioni dialogheranno attraverso un’unica banca dati disponibile.

Cosa significa questo?  Che con la stessa identità potrai fare una serie di cose, tipo:

  • pagare la mensa alla scuola comunale di tuo figlio, nella modalità che preferisci
  • richiedere licenze commerciali
  • accedere ai risultati degli esami sanitari che hai fatto
  • pagare il bollo della tua auto
  • Chiedere il riscatto degli anni di università
  • Stato di famiglia

E diverse altre cose .

Conclusioni 

Se ti interessa sapere le nuove norme pubblicate dall’Agenzia per l’Italia Digitale, su come costruire a tema i siti ufficiali delle pubbliche amministrazioni ,vai a questo sito http://www.agid.gov.it e troverai molte notizie interessanti. 

Spero di esserti stata utile se l’articolo ti è sembrato utile condividilo con i tuoi amici potrebbe essere utile anche a loro!

Alla Prossima


Federica Macrì

Federica Macrì

Sono un Consulente web Marketing.
Sono un esperta in Strategie di Marketing Digitale, e grazie alla loro conoscenza mi occupo di aiutare i miei clienti a rendersi più visibile sul web ed a trovare così a loro volta più clienti.
Sono Responsabile Social Media per diverse realtà aziendali.
Negli ultimi anni ho unito la mia competenza nel settore della formazione a quella del web, occupandomi di Strategie Digitali per emergere nel mondo del lavoro.
Federica Macrì
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *