E-commerce 9 buone regole per presentare al meglio un prodotto sul tuo sito

Presentare al meglio un prodotto sul tuo sito ; ecco 9 buone regole di e-commerce per una buona illustrazione sul web.

Sia chiaro i miei sono suggerimenti che con la mia esperienza in materia sono riuscita a raccogliere e a evidenziare come, secondo me, i più pratici per una buona riuscita del tuo e-commerce.

9 buone regole per presentare al meglio un prodotto sul tuo sito

  1. Esalta i valori del tuo prodotto

Concentrati sulla proposta unica di valore che vuoi presentare, cioè tutto quello che ti rende differente e sicuramente migliore rispetto ai tuoi competitor. Esalta le caratteristiche nelle pagine clou del tuo sito e-commerce.

  1. Mantieni le promesse e non deludere le aspettative

Inserisci nei tuoi messaggi pubblicitari informazioni realistiche, comunica pensando al cliente e ai vantaggi che si aspetta nello scegliere te e non un altro: l’annuncio e la pagina di atterraggio (landing Page) sono fondamentali e devono essere coerenti. Dove è possibile permetti di verificare la qualità di quello che offri ( un video, delle foto raffinate etc.)

  1. Spingi sulla fase di acquisto

Studia a fondo le “call to action”, perché alla fine del percorso breve e teso allo scopo, l’utente dovrebbe sempre acquistare. Se non lo fa da te lo farà da qualcun altro. Non pensare che tutto sia razionalità ed efficienza. Crea urgenza, dai riscontro con i numeri, indica l’azione da compiere e rendi il tutto persuasivo attraverso una motivazione. Insomma fai in modo che la tua pagina diventi accattivante e non lasci andare via, senza l’acquisto, il visitatore.

E-commerce 9 buone regole per presentare al meglio un prodotto sul tuo sito

  1. Uno un solo destinatario

Crea le campagne in maniera che ognuna di esse sia esclusivamente orientata a comunicare con un target specifico. Per esempio se il tuo negozio on line offre un servizio utilizzabile sono in una determinata provincia, puoi geo localizzare l’annuncio pubblicitario con gli strumenti di Google AdWords .

  1. La pubblicità è attrazione

I prodotti sono si muti, ma le immagini parlano. Lavora per rendere i tuoi prodotti in maniera tale da renderli accattivabili, quasi come se dovessero uscire dal contesto della pagina web, divenendo realistici come se la vendita avvenisse in un normale negozio. Lo so non è facile ma inizia così poi piano piano tutto verrà da sé. L’esperienza che accumulerai ti aiuterà.

  1. A ogni prodotto il suo mezzo

Nella delicata fase di avvio del tuo negozio non utilizzare tutte le forme promozionali che conosci. Valuta invece cosa può aiutarti a produrre il massimo delle conversioni con il minimo dell’investimento. Voglio dire se nessuno conosce il nome del prodotto o se il bisogno che soddisfa non è facile da descrivere, probabilmente la keyword advertising non è la strada migliore.

7.Test Test Test

Il metodo migliore , non vi è dubbio è la verifica sul campo. Allora prova più messaggi pubblicitari, creatività, offerte, strumenti e approcci, valuta cosa rende di più e continua nel processo di ottimizzazione. Se una campagna o un annuncio è piaciuto di più rispetto ad un altro, capirai che sarà migliore nonché più opportuno seguire quella strada.

e-commerce_tri-680x360

  1. Misura il Roi con le giuste metriche.

Il Roi è il ritorno dell’investimento, tradotto dall’inglese Return of Investment , ti consiglio per valutarlo di non verificare solo parametri per esempio come i mi piace di Facebook e cose simili, ma soprattutto le conversioni vere e proprie dell’acquisto. E’ da lì che devi partire per capire e misurare in maniera giusta il tuo ritorno. A cosa ti serve ricevere tante visite, che forse hai probabilmente anche pagato, se il ritorno di conversione in termini di acquisto è nullo?.

Con questo non ti dico di non proporre campagne a pagamento, ma dopo che ne hai programmate due o tre, giuste da impiantare e non vedi un ritorno di conversioni, beh allora c’è qualcosa che non va e quindi devi cambiare la tua impostazione di vendita.

  1. Viralità e Socialità

In ultimo trova un meccanismo sociale che stimoli a diffondere i tuoi contenuti, questo potrebbe ridurre i costi di promozione ed aumentare la credibilità del tuo negozio. Sfrutta per esempio le logiche di condivisione del video virale, quelle di Facebook e di altri Social.

E-commerce-680x360

Conclusioni

Questi sono per me i nove punti fondamentali sul quale puoi basarti per avere una lodevole presentazione dei prodotti sul tuo sito e quindi, di ritorno, una buona attività di e-commerce. Se li seguirai non ti troverai male. E’ ovvio che ho dovuto schematizzare e sintetizzare ciò che si potrebbe raccogliere in un libro, ma siamo sul web e la rapidità e l’essenza è la prima cosa. Se hai bisogno puoi contattarmi, lasciando sotto un messaggio. Alla prossima

 

Ci tengo a chiarire, che questo mio post, così come tutto quello che scrivo è un prodotto scritto sulla base della mia esperienza e della mia formazione in questo settore che è lunga, quasi più di 15 anni .

Ciò non vuol dire che scrivo un dato inconfutabile e bibblico! Perché nessuno si può arrogare il diritto di farlo, nessuno è un tuttologo nessuno è incontestabile. E’ ovvio che lavorando e tenendomi continuamente aggiornata al settore e accumulando esperienze che diventano competenze, posso con professionalità presentare degli argomenti che sono nella facoltà di poter scrivere. Sono sempre aperte allo scambio di idee, che siano non offensive né denigratorie nei confronti della mia professionalità. Grazie

 

Federica Macrì

Federica Macrì

Sono un Consulente web Marketing.
Sono un esperta in Strategie di Marketing Digitale, e grazie alla loro conoscenza mi occupo di aiutare i miei clienti a rendersi più visibile sul web ed a trovare così a loro volta più clienti.
Sono Responsabile Social Media per diverse realtà aziendali.
Negli ultimi anni ho unito la mia competenza nel settore della formazione a quella del web, occupandomi di Strategie Digitali per emergere nel mondo del lavoro.
Federica Macrì
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *