Follia del web, 26enne annuncia il suicidio in chat e la rete lo incita: morto

E’ successo in Russia, una follia sulla quale il mondo del web dovrebbe fermarsi a riflettere. Serghiei Kirillov, un giovane russo ha annunciato la sua volontà di suicidarsi su un forum anonimo e così, per due ore, ha chattato con altri utenti. 
La tragedia è che nessuno ha provato a convincerlo a desistere, nessuno ha chiamato i soccorsi. “Quando inizia lo show?”, gli hanno persino chiesto. 
Così, come annunciato sul forum, il giovane si è presentato puntuale con un bicchiere di vodka in mano. In diretta lo ha bevuto mentre sistemava la telecamera su una sedia dietro di lui…. poi si è impiccato. 
Solo un utente non lo ha incoraggiato ad andare fino in fondo, a togliersi la vita per quei “problemi familiari” di cui ha accennato in chat. Quanto è accaduto lo riferisce il tabloid Komsomolskaya Pravda da San Pietroburgo, che ha denunciato la tragicità non solo del gesto del ragazzo, ma anche l’assoluta indifferenza degli utenti con i quali stava chattando.
Il mondo del web, condanna simili atteggiamenti ed ancora una volta ci sorge spontanea la voglia di pensare a delle regolamentazioni legislative anche per il web, fenomeni del genere sono in aumento e spaventano non solo i figli , quanto ancor di più chi è genitore.
Meditiamo e stiamo più attenti a quello che fanno i nostri figli sul web.



Se ti è piaciuto questo post puoi condividerlo sui tuoi Social!
Federica Macrì

Federica Macrì

Sono un Consulente web Marketing.
Sono un esperta in Strategie di Marketing Digitale, e grazie alla loro conoscenza mi occupo di aiutare i miei clienti a rendersi più visibile sul web ed a trovare così a loro volta più clienti.
Sono Responsabile Social Media per diverse realtà aziendali.
Negli ultimi anni ho unito la mia competenza nel settore della formazione a quella del web, occupandomi di Strategie Digitali per emergere nel mondo del lavoro.
Federica Macrì
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *