Quando i social diventano utili …ecco scoprire la malattia dei bambini che non piangono proprio grazie al loro uso…

Della grande utilità che l’esistenza dei Social ci hanno dato era per me assodato, ma scoprire anche delle malattie attraverso il loro uso è veramente una rivoluzione!
I social, infatti, sono stati utili per confermare l’esistenza di un raro difetto genetico che provoca, tra l’altro, l’incapacità di piangere nei bambini.
A scoprire la malattia sono stati alcuni ricercatori della Stanford University che hanno descritto il caso su Genetics in Medicine, la nota rivista del college americano di medicina genetica.
I ricercatori si sono serviti dell’agorà multimediale per rintracciare piccoli pazienti con gli stessi sintomi e identificare la patologia.


La paziente Grace – Il primo caso studiato dagli autori è stato quello di Grace Wilsey, una bambina di tre anni che mostrava problemi ai movimenti, tra cui l’inabilità nel far scendere le lacrime, ritardo di sviluppo e una degenerazione del fegato, sintomi che insieme non erano associati a nessuna malattia conosciuta. Un’analisi del Dna della bimba ha portato a otto mutazioni sospette per il problema, impossibili però da confermare senza altri casi.


Ecco allora sfruttare il passaparola via web – A questo punto gli autori sono entrati in contatto con il padre di un altro bambino con sintomi molto simili, che a sua volta attraverso un blog rimbalzato sui social network ha scovato altri sei casi in diversi paesi, dal Canada alla Germania.
I test del Dna hanno confermato che a provocare la malattia era uno degli otto geni, che codifica un enzima che “ricicla” i prodotti di scarto delle cellule, che nei pazienti non lavora correttamente.
Gregory Enns, uno dei ricercatori coinvolti, ha commentato: “Questo è un modo completamente nuovo di fare ricerca clinica. Una volta ci sarebbero voluti anni per trovare otto casi, mentre abbiamo impiegato pochi mesi grazie al coinvolgimento dei genitori e ai social network”.
Questo episodio ci mostra quanto l’impatto dei Social Media, stia diventando incisivo nel nostro quotidiano, tale da rivoluzionare tutti i campi della nostra vita.
L’inserimento dei Social nella nostra vita per me ha un importanza tanto quanto quella che ebbe nell’oramai 1989 la scoperta e il successivo inserimento del www, il World Wide Web.

 

 
Federica Macrì

Federica Macrì

Sono un Consulente web Marketing.
Sono un esperta in Strategie di Marketing Digitale, e grazie alla loro conoscenza mi occupo di aiutare i miei clienti a rendersi più visibile sul web ed a trovare così a loro volta più clienti.
Sono Responsabile Social Media per diverse realtà aziendali.
Negli ultimi anni ho unito la mia competenza nel settore della formazione a quella del web, occupandomi di Strategie Digitali per emergere nel mondo del lavoro.
Federica Macrì
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *