Ti parlerò della Apple Sim, sai cosa è?

Steve Jobs, il grande fondatore di Apple mi aveva abituato già da tempo alle sue rivoluzioni, alle “differenze” o meglio, alle “visioni” di cose così naturali e al tempo stesso non visibili, inarrivabili ma raggiungibili solo dal suo genio più grande. Oggi Steve Jobs non è fisicamente presente ma la Apple è ancora ai vertici grazie alle sue “visioni” e oggi una sia “vecchia” visione, messa da parte dopo le prime indagini di mercato, viene riesumata grazie ad uno scenario mondiale che forse sta cambiando. Già da tempo aveva dato la sua opinione circa gli operatori telefonici e le loro politiche restrittive davanti ad un mondo tecnologico che aveva e ha voglia di crescere, operatori telefonici che dicono ai più grandi brand tecnologici “come deve essere fatto” il loro prossimo smartphone! Ma ora, forse, siamo ad una svolta importante, importante come le tante grandi idee straordinarie a cui ormai ci aveva abituati: la APPLE SIM.

Che cos’è l’APPLE SIM? E’ veramente conveniente per l’utente finale? Dalle informazioni giunte e dalle prime impressioni a livello americano possiamo certamente esserne favorevolmente interessati. Perchè sta dalla parte del consumatore, almeno sembra. Infatti la Apple Sim permette all’utente di scegliere, secondo le proprie esigenze, l’operatore che preferisce in ogni momento della giornata e in ogni luogo. Penso a quanto questo potrebbe essere utile durante un viaggio e a quanto denaro si potrà risparmiare non esistendo più il tanto odiato ROAMING.  Non sempre si ha la possibilità di collegarsi in Wi-Fi e troppo spesso un operatore ha un segnale forte in certi luoghi ma scarso in altri: con la Apple Sim non esisterà più questa problematica. Appena un operatore non sarà in grado di fornirci un segnale idoneo alle nostre esigenze lo potremo cambiare con un altro direttamente dal nostro dispositivo e sempre dallo stesso eseguire eventuali ricariche tramite una interfaccia dedicata e comune a tutti gli operatori telefonici (o meglio, quelli che accettano o accetteranno di farne parte…).Ma la Apple Sim non sarà utile solo in viaggio ma anche nella vita di tutti i giorni perchè l’utente potrà cambiare operatore a suo piacimento anche in base alle tariffe erogate dallo stesso.

Dunque: il roaming sarà bypassato, potremo utilizzare l’operatore con la tariffa più conveniente e con il segnale maggiore scegliendolo direttamente tramite il menù del IOS8 dal quale potremo effettuare persino le ricariche!

Sulla pagina ufficiale americana di Apple si legge: “La Apple Sim ti dà la flessibilità di scegliere fra una varietà di piani a breve termine di operatori selezionati negli Stati Uniti e Regno Unito direttamente dal tuo iPad, così in relazione alle tue esigenze, puoi scegliere il piano che funziona meglio per te, senza impegni a lungo termine. E quando sei in movimento hai anche la possibilità di scegliere un piano dati di un operatore locale per la durata del tuo viaggio”.

A questo punto mi viene da pensare se solo qualche operatore avrà il coraggio di prendere gli accordi necessari per poter funzionare come “facoltativo” nella Apple Sim e questa andrà a gonfie vele, che ne sarà degli altri? Sarà forse un’altra nuova idea che ci stravolgerà la vita?

sim

Federica Macrì

Federica Macrì

Sono un Consulente web Marketing.
Sono un esperta in Strategie di Marketing Digitale, e grazie alla loro conoscenza mi occupo di aiutare i miei clienti a rendersi più visibile sul web ed a trovare così a loro volta più clienti.
Sono Responsabile Social Media per diverse realtà aziendali.
Negli ultimi anni ho unito la mia competenza nel settore della formazione a quella del web, occupandomi di Strategie Digitali per emergere nel mondo del lavoro.
Federica Macrì
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *