Ed ecco arrivare la prima app per prenotare le signorine buonasera!

Ecco arrivare, questa volta dal centro della nostra Europa, cioè da Berlino un app per prenotare appuntamenti con le prostitute.
L’idea è venuta ad una giovane berlinese, Pia Poppenreiter, dal cognome strano ed adeguato alla situazione.
La ragazza, una giovane ventiseienne, appena uscita da un master in etica economica, ha pensato di mettere a frutto la sua creatività cimentandosi nella tecnologia: data l’esistenza di innumerevoli e svariate applicazioni per smartphone, perché non inventarne una del tutto particolare come quelle per prenotare le prostitute?
Mi sembra giusto! Ed ecco qui che la ragazza, dopo una passeggiata con amici, Pia che indossa una gonna e sente freddo, mentre cammina vede delle prostitute che aspettano i clienti ed ecco il lampo di genio: inventare un’app per proteggerle dal gelo tedesco e tenerle lontane dalle strade.
Così la giovane ha messo su un’impresa per offrire alle prostitute “una piattaforma di prenotazione” a costo zero.
La cosa più assurda è che funziona!
Nella sua start up lavorano tre persone che sono in contatto solamente con le agenzie di escort: chi prenota tramite l’applicazione versa una piccola quota per pagare il “servizio di consegna”, non la prestazione sessuale. L’intenzione adesso è quella di estendere la piattaforma anche alle libere professioniste senza agenzia e di rivoluzionare allo stesso tempo un mercato pieno di clichè.
Dunque l’evoluzione continua alla prossima scoperta.
Federica Macrì
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.